STUDI DI SETTORE , RINVIO PER I SOCI

― 18 Giugno 2015

Per i versamenti di Unico 2015 anche quest’anno i contribuenti soggetti agli studi di settore, i minimi compresi, beneficiano del differimento di tre settimane. I pagamenti in scadenza il 16 giugno si potranno fare entro il 6 luglio. È stato, infatti, firmato il D.P.C.M. che concede 20 giorni di tempo in più per i versamenti di Unico e che è in corso di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale. La proroga “trascinerà” anche il pagamento con lo 0,40% in più che si potrà fare dal 7 luglio fino al 20 agosto 2015. Anche la proroga di quest’anno riguarderà, in particolare, le persone fisiche e i soggetti collettivi, società di persone e società di capitali comprese, che esercitano attività per le quali sono stati elaborati gli studi di settore, a prescindere dall’esistenza di cause di esclusione o di inapplicabi-lità, e che dichiarano ricavi o compensi non superiori al limite stabilito dalla Legge. Beneficiano del differimento anche le persone fisiche che hanno applicato il regime dei superminimi con il forfait del 5%, e le persone fisiche che applicano il nuovo regime forfetario con il forfait del 15%.

(Il Sole 24 Ore del 11 giugno 2015 – Salvina Morina e Tonino Morina pag. 46)

 

Monza e Brianza – Desio 16/06/2015

Lo Studio Fontana offre assistenza continuativa in ambito contabile, consulenza fiscale, tributaria e gestionale, a privati, professionisti, aziende e condomini. Contattaci per diventare nostro cliente.

News

Entro il 1° ottobre 2020 la comunicazione del domicilio digitale

Entro il 1° ottobre 2020 la comunicazione del domicilio digitale

― 22 Settembre 2020

Entro il 1° ottobre 2020 obbligo per imprese e professionisti di comunicare il proprio domicilio digitale, pena l’irrogazione di sanzioni. L’articolo 37 del decreto legge del 16 luglio 2020 n.

Leggi tutto
Fattura elettronica con maggiori dettagli dal 1° ottobre 2020

Fattura elettronica con maggiori dettagli dal 1° ottobre 2020

― 21 Settembre 2020

Dal 1° ottobre sarà possibile inviare le fatture elettroniche con le nuove codifiche relative alla natura dell’operazione e al tipo documento, mentre dal 2021 queste diventeranno obbligatorie.

Leggi tutto
Il credito d’imposta sanificazione si ferma al 15,6% dell’importo comunicato

Il credito d’imposta sanificazione si ferma al 15,6% dell’importo comunicato

― 14 Settembre 2020

Il provvedimento 11 settembre 2020 prot. n. 302831 del direttore dell’agenzia delle Entrate ha definito la percentuale spettante per la determinazione del credito d’imposta per le spese di sanificazione e l’acquisto di dispositivi di protezione individuale da parte dei contribuenti che hanno presentato l’apposita comunicazione entro lo scorso 7 settembre.

Leggi tutto

Vuoi diventare nostro cliente?

Il nostro team è a disposizione per ogni esigenza

Contattaci