SOCIETA’ DI COMODO , IL RODAGGIO E’ ESCLUSO

― 22 Aprile 2015

Meno timori per l’applicazione delle norme sulle perdite sistematiche. Il periodo di monitoraggio è ampliato già dal 2014 da 3 a 5 anni e ciò consentirà a non pochi contribuenti di superare i problemi. Il D.Lgs. n.175/14 in tema di semplificazione ha, infatti, prolungato da tre a cinque anni il periodo di monitoraggio rilevante ai fini dell’in­dividuazione delle società in perdita sistematica. In precedenza la norma prevedeva che il triennio di perdita dovesse considerarsi tale in presenza di tre periodi d’imposta consecutivi in perdita ovvero di due in perdita e di uno che seppur in utile non raggiungeva il livello del reddito minimo. Tale secondo riferimento non è stato modificato dalla innovazione per cui il presupposto per l’applicazione di tale disciplina è ora costituito da cinque periodi d’imposta consecutivi in perdita fiscale ovvero, indifferentemente, da quattro in perdita fiscale e uno con reddito imponibile inferiore al c.d. reddito minimo di cui all’art.30 della L. n.724/94.

Il prolungamento non è di poco conto anche considerando che ha un effetto con riguardo alle cosiddette cause di disapplicazione. Infatti, come chiarito dalla Circolare n.12/E/12 le situazioni si riferiscono esclusivamente a uno dei periodi d’imposta di riferimento (quelle che prima era il triennio e ora e invece il quinquennio) e hanno come effetto quello di interrompere il periodo di osservazione di riferimento.

(Italia Oggi7 del 20 aprile 2015 – Norberto Villa pag. 12)

 

 

Monza e Brianza – Desio 21/04/2015

Lo Studio Fontana offre assistenza continuativa in ambito contabile, consulenza fiscale, tributaria e gestionale, a privati, professionisti, aziende e condomini. Contattaci per diventare nostro cliente.

News

Regime agevolato impatriati (art. 16 D.Lgs. 147/2015)

Regime agevolato impatriati (art. 16 D.Lgs. 147/2015)

― 27 Ottobre 2022

I redditi di lavoro dipendente, i redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente e i redditi di lavoro autonomo prodotti in Italia da lavoratori che trasferiscono la residenza nel territorio dello Stato ai sensi dell'articolo 2 del decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n.

Leggi tutto
Esenzione  IMU per i coniugi con residenze diverse

Esenzione IMU per i coniugi con residenze diverse

― 21 Ottobre 2022

Arriva l’esenzione Imu “estesa” per i coniugi che hanno la dimora abituale in due abitazioni differenti site nello stesso Comune o in Comuni diversi.

Leggi tutto
Bonus 200 euro per partite IVA

Bonus 200 euro per partite IVA

― 15 Settembre 2022

Le domande per l'indennità una tantum di 200 euro per autonomi e professionisti potranno essere presentate non prima del 20 settembre e sino al 30 novembre.

Leggi tutto

Vuoi diventare nostro cliente?

Il nostro team è a disposizione per ogni esigenza

Contattaci