RIMBORSI IVA PIU’ VELOCI E CON CONTROLLI RIDOTTI

― 13 Marzo 2014

Rimborsi veloci e meno controlli alle imprese in regola con il fisco. È così che l’Agenzia delle Entrate vuole cercare di mettere un freno alla crisi economica, agevolando le imprese in difficoltà. Con la circolare 5/E/14, fissa tempi veloci per aiutare le imprese che chiedono i rimborsi Iva, a seguito di presentazione della dichiarazione annuale o con il modello Iva TR (trimestrale). Sono previsti tempi sprint soprattutto per le imprese in regola con il fisco (si veda Il Sole 24 – Ore di ieri, martedì 11 marzo 2014). I rimborsi ai contribuenti a basso rischio devono essere fatti con cele­rità, senza aspettare la chiusura dei controlli in corso. Per i rimborsi, si devono privilegiare i contribuenti più corret­ti. Va quindi “aggiornata” l’attività istruttoria degli uffici per la verifica dei rimborsi Iva, che è di norma la stessa per tutti, a prescindere dall’ammontare del rimborso e dalla correttezza fiscale del contribuente. Con i nuovi controlli standard e la documentazione da chiedere in relazione agli esiti dell’analisi del rischio, l’agenzia delle Entrate inten­de garantire l’uniformità del trattamento delle istanze di rimborso su tutto il territorio nazionale. In questo modo, i rimborsi, soprattutto quelli a basso rischio, saranno più veloci, determinando un migliore impiego delle risorse dedicate alla lavorazione dei rimborsi. Gli uffici dell’Agenzia delle Entrate dovranno chiedere esclusivamente i do­cumenti necessari per verificare la spettanza del rimborso. Tuttavia, non sarà consentito chiedere al contribuente di presentare documenti che siano già in possesso dell’Agenzia delle Entrate o di altra pubblica amministrazione.

(Il Sole 24 Ore del 12 marzo 2014 –  Salvina Morina e Tonino Morina pag. 18)

 

 

Monza e Brianza – Desio 13/03/2014

 

Lo Studio Fontana offre assistenza continuativa in ambito contabile, consulenza fiscale, tributaria e gestionale, a privati, professionisti, aziende e condomini. Contattaci per diventare nostro cliente.

News

Il credito d’imposta sanificazione si ferma al 15,6% dell’importo comunicato

Il credito d’imposta sanificazione si ferma al 15,6% dell’importo comunicato

― 14 Settembre 2020

Il provvedimento 11 settembre 2020 prot. n. 302831 del direttore dell’agenzia delle Entrate ha definito la percentuale spettante per la determinazione del credito d’imposta per le spese di sanificazione e l’acquisto di dispositivi di protezione individuale da parte dei contribuenti che hanno presentato l’apposita comunicazione entro lo scorso 7 settembre.

Leggi tutto
Dal 1 ottobre 2020 il PIN INPS “va in pensione”

Dal 1 ottobre 2020 il PIN INPS “va in pensione”

― 3 Settembre 2020

A decorrere dall'1 ottobre 2020 l'INPS ha annunciato che non saranno più rilasciati PIN per l'accesso ai servizi dell'Istituto. Il PIN sarà sostituito da SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale).

Leggi tutto
Tetti di spesa, limiti alle unità immobiliari, cessione del credito: le regole definitive del superbonus 110%

Tetti di spesa, limiti alle unità immobiliari, cessione del credito: le regole definitive del superbonus 110%

― 29 Agosto 2020

Professionisti e imprese hanno a disposizione il testo definitivo del superbonus del 110 per cento.

Leggi tutto

Vuoi diventare nostro cliente?

Il nostro team è a disposizione per ogni esigenza

Contattaci