RICEZIONE MODELLO CUD 2013 DALL’INPS

― 9 Aprile 2013

RICEZIONE MODELLO CUD 2013 DALL’INPS

A seguito dell’emersione di una serie di criticità in merito alla nuova modalità telematica di ricezione del mod. CUD 2013, l’INPS ha recentemente allargato i canali di ricezione della certificazione.
Il modello può essere ora richiesto anche:- tramite un professionista abilitato convenzionato per la trasmissione dei mod. RED; – utilizzando la posta elettronica ordinaria.
MODALITÁ DI RICEZIONE
Recentemente l’INPS ha allargando i canali di richiesta del mod. CUD 2013, che ora sono così individuati:
1. Sportelli veloci dell’INPSIl pensionato può richiedere presso il front-office delle sedi territoriali la stampa del mod. CUD 2013 relativo sia alle somme corrisposte dall’INPS che dall’INPDAP e dall’ENPALS;

2. Postazioni informatiche self service

È possibile stampare presso le postazioni informatiche self service delle sedi territoriali il modello utilizzando la Tessera sanitaria (TS) ovvero la Tessera sanitaria – Carta nazionale dei servizi (TS- CNS);

3. Posta elettronica certificata/ordinaria

Oltre ai soggetti in possesso di un indirizzo di posta elettronica certificata, anche i soggetti in possesso di un indirizzo di posta elettronica ordinaria possono comunicare la richiesta di trasmissione del modello al seguente indirizzo richiestaCUD@postacert.inps.gov.it. Alla email di richiesta devono essere allegate:

– l’istanza firmata e digitalizzata;

– copia digitalizzata fronte/retro di un documento di riconoscimento del richiedente. L’INPS provvederà all’invio del modello all’indirizzo indicato dal richiedente;

4. Centri di assistenza fiscale / professionisti abilitati

Per provvedere alla stampa del mod. CUD 2013, il pensionato può rivolgersi, previo conferimento di specifico mandato, ad un CAF ovvero avvalersi di un professionista abilitato.
In quest’ultimo caso il professionista deve essere:

– abilitato all’assistenza fiscale;
– convenzionato con l’INPS per la trasmissione dei mod. RED.

Il CAF o i professionisti abilitati devono conservare il mandato ricevuto unitamente alla copia della carta d’identità del pensionato;

5. Uffici postali

È possibile ottenere la stampa del mod. CUD 2013 anche presso un Ufficio postale c.d. “Sportello amico” a fronte di un corrispettivo pari a € 2,70 più IVA;

6. Sportello mobile per utenti ultraottantacinquenni e pensionati residenti all’estero

Gli ultraottantacinquenni titolari di indennità di accompagnamento, speciale o di comunicazione e i pensionati residenti all’estero, possono richiedere allo sportello delle competente struttura INPS l’invio del mod. CUD 2013 presso il proprio domicilio. Per i pensionati residenti all’estero sono previsti specifici numeri telefonici (0659054403 – 0659053661 – 0659055702);

7. Spedizione del CUD al domicilio del titolare
In caso di dichiarata impossibilità di accedere alla certificazione, in via diretta o tramite un altro soggetto delegato, è possibile richiedere alla competente sede INPS o tramite il contact center multicanale, l’invio del mod. CUD 2013 al proprio domicilio.

Lo Studio Fontana offre assistenza continuativa in ambito contabile, consulenza fiscale, tributaria e gestionale, a privati, professionisti, aziende e condomini. Contattaci per diventare nostro cliente.

News

Bonus edilizi – compensazioni da comunicare in anticipo

Bonus edilizi – compensazioni da comunicare in anticipo

― 14 Giugno 2022

Per i crediti derivanti da bonus edilizi e relativi alle comunicazioni di opzione (per la cessione o lo sconto in fattura) inviate dal 1° maggio, fornitori e cessionari sono tenuti a comunicare preventivamente tramite la piattaforma cessione crediti la scelta irrevocabile di fruizione in compensazione, con riferimento a ciascuna rata…

Leggi tutto
Assegno Unico Universale – domande entro il 30 giugno per ottenere gli arretrati

Assegno Unico Universale – domande entro il 30 giugno per ottenere gli arretrati

― 10 Giugno 2022

Andranno presentate all’Inps entro il 30 giugno le domande per l’assegno unico universale recuperando gli arretrati dallo scorso marzo, mese in cui è diventato operativo il sostegno economico alle famiglie introdotto dal Dlgs 230/2021. Per le domande dal 1° luglio, infatti, l’assegno verrà riconosciuto dal mese dopo.

Leggi tutto
IMU 2022 – Nuove regole sulle case coniugali

IMU 2022 – Nuove regole sulle case coniugali

― 10 Giugno 2022

A partire dall’acconto Imu di quest’anno, in presenza di coniugi con residenze separate, solo uno dei due immobili potrà beneficiare dell’esenzione per abitazione principale, a scelta dei contribuenti. Non rileva il fatto che le case siano ubicate in comuni diversi o nello stesso comune.

Leggi tutto

Vuoi diventare nostro cliente?

Il nostro team è a disposizione per ogni esigenza

Contattaci