REVERSE CHARGE ANCHE SU TABLET, PC PORTATILI E CONSOL DA GIOCO

― 1 Maggio 2016

Dal 2 maggio 2016 si estende la categoria dei prodotti sottoposti al regime dell’inversione contabile. Si tratta, però, di una estensione a tempo. Chiariamo le implicazioni operative di questa novità.

In attuazione delle Direttive comunitarie che istituiscono un meccanismo di reazione contro le frodi in materia di IVA, è stato emanato il D.Lgs. 11.2.2016 n. 24, che ha portato rilevanti novità all’art. 17 del D.P.R. n. 633/1972. Innanzitutto la rubrica dell’articolo, che non riguarda più i “Soggetti passivi” ma più opportunamente il “Debitore d’imposta”.

La modifica in questione apportata al predetto articolo n.17 riguarda la disposizione contenuta al comma 6, lettera c).

Dopo avere richiamato il comma 5 che tratta della deroga alla norma generale, precisando che è il cessionario soggetto passivo d’imposta, il debitore dell’IVA, la norma dispone l’applicazione del meccanismo del reverse charge alle cessioni dei seguenti beni:

  1. console da gioco;
  2. tablet;
  3. laptop (computer portatili);
  4. dispositivi a circuito integrato quali microprocessori e unità centrali di elaborazione.

Si nota che l’elenco non comprende le cessioni di personal computer, che quindi restano assoggettate all’aliquota ordinaria IVA del 22%.

Ancora la citata lettera c) precisa che le elencate cessioni devono essere effettuate prima della loro installazione in prodotti destinati al consumatore finale.

Desio – Monza e Brianza

Lo Studio Fontana offre assistenza continuativa in ambito contabile, consulenza fiscale, tributaria e gestionale, a privati, professionisti, aziende e condomini. Contattaci per diventare nostro cliente.

News

Recupero canone Rai 2021 per bar, ristoranti e alberghi

Recupero canone Rai 2021 per bar, ristoranti e alberghi

― 26 Gennaio 2022

La risoluzione 6/E/2022  ha creato il codice tributo «6958», che consente di “riottenere” sotto forma di credito d’imposta da utilizzare in compensazione in F24 il canone speciale Rai 2021 per cui il primo decreto Sostegni (Dl 41/2021) ha previsto l’esonero.

Leggi tutto
Limite utilizzo del contante: 1.000 euro dal 1 gennaio 2022

Limite utilizzo del contante: 1.000 euro dal 1 gennaio 2022

― 19 Gennaio 2022

A decorrere dall'1 gennaio 2022 scatta la riduzione da 2.000 a 1.000 euro della soglia per il trasferimento di denaro contante e di titoli al portatore in euro o valuta estera e la conseguente rimodulazione del minimo edittale delle sanzioni per i trasferimenti del contante in misura superiore al limite.…

Leggi tutto
Prestazioni occasionali – comunicazione preventiva all’Ispettorato del Lavoro

Prestazioni occasionali – comunicazione preventiva all’Ispettorato del Lavoro

― 13 Gennaio 2022

Nell'ambito del c.d. "Decreto Fiscale" il Legislatore ha introdotto un nuovo obbligo di comunicazione a carico dei soggetti che impiegano lavoratori autonomi occasionali finalizzato allo svolgimento di attività di monitoraggio e di contrasto a forme elusive.

Leggi tutto

Vuoi diventare nostro cliente?

Il nostro team è a disposizione per ogni esigenza

Contattaci