RED DIMENTICATO , PENSIONE SOSPESA

― 6 Dicembre 2013

I pensionati che non hanno ancora fornito all’Inps le informazioni relative ai redditi del 2009, tra poco rischiano di vedersi decurtare l’assegno mensile. L’avviso, pubblicato due settimane fa dall’istituto di previdenza, è uno dei tanti che periodicamente rammenta ai pensionati l’obbligo di fornire le informazioni necessarie per fruire delle prestazioni legate al reddito. Per chi non rispetta le regole, anche presentando il modello Red, scatta la sospensione delle prestazioni e il recupero degli importi indebitamente già corrisposti, con conseguente alleg­gerimento dell’assegno mensile. In realtà i trattamenti legati al reddito costituiscono una delle situazioni in cui l’Inps può intervenire sulla pensione. L’altra deriva dal fatto che l’istituto di previdenza, per i pensionati che così decidono, opera come sostituto di imposta e quindi è tenuto a trattenere dall’assegno mensile i contributi fiscali.

(Il Sole 24 Ore del 3 dicembre 2013 – Matteo Prioschi pag. 23)

 

 

Monza e Brianza – Desio 06/12/2013

Lo Studio Fontana offre assistenza continuativa in ambito contabile, consulenza fiscale, tributaria e gestionale, a privati, professionisti, aziende e condomini. Contattaci per diventare nostro cliente.

News

Entro il 1° ottobre 2020 la comunicazione del domicilio digitale

Entro il 1° ottobre 2020 la comunicazione del domicilio digitale

― 22 Settembre 2020

Entro il 1° ottobre 2020 obbligo per imprese e professionisti di comunicare il proprio domicilio digitale, pena l’irrogazione di sanzioni. L’articolo 37 del decreto legge del 16 luglio 2020 n.

Leggi tutto
Fattura elettronica con maggiori dettagli dal 1° ottobre 2020

Fattura elettronica con maggiori dettagli dal 1° ottobre 2020

― 21 Settembre 2020

Dal 1° ottobre sarà possibile inviare le fatture elettroniche con le nuove codifiche relative alla natura dell’operazione e al tipo documento, mentre dal 2021 queste diventeranno obbligatorie.

Leggi tutto
Il credito d’imposta sanificazione si ferma al 15,6% dell’importo comunicato

Il credito d’imposta sanificazione si ferma al 15,6% dell’importo comunicato

― 14 Settembre 2020

Il provvedimento 11 settembre 2020 prot. n. 302831 del direttore dell’agenzia delle Entrate ha definito la percentuale spettante per la determinazione del credito d’imposta per le spese di sanificazione e l’acquisto di dispositivi di protezione individuale da parte dei contribuenti che hanno presentato l’apposita comunicazione entro lo scorso 7 settembre.

Leggi tutto

Vuoi diventare nostro cliente?

Il nostro team è a disposizione per ogni esigenza

Contattaci