PROFESSIONISTI – OBBLIGO POS ALLEGGERITO

― 21 Gennaio 2014

L’obbligo del Pos non spaventa più i professionisti. La bozza di decreto che il ministero dello Sviluppo economico ha inviato alla Banca d’Italia per riceverne il parere, corretta rispetto a quella “girata” a metà dicembre, cambia infatti alcuni importanti parametri. Il primo, più restrittivo rispetto al testo precedente, abbassa da 30 a 20 euro la soglia minima oltre la quale scatta l’obbligo di pagamento tracciabile. Si alza però da 200mila a 300mila euro, per i primi sei mesi, il limite di fatturato del soggetto che effettua l’attività di vendita di prodotti e di servizi; fa fede l’ultima dichiarazione Irap «o, in mancanza, le scritture contabili dell’anno precedente per la parte riferibile alle sole transazioni con consumatori o utenti»: restano quindi esclusi i servizi resi alle imprese e ai professioni­sti. Dopo sei mesi il limite scende a 200mila euro. Con la nuova versione si allungano anche i tempi di entrata in vigore. Il decreto, se il testo resta quello attuale, entrerà in vigore dopo 120 giorni dalla sua pubblicazione (nella versione passata erano 60). Inoltre, entro 180 giorni (e non più 90) dall’entrata in vigore del decreto, quindi en­tro 300 giorni dalla la sua pubblicazione in Gazzetta, «dovrà essere emanato un secondo decreto che individui ulteriori modalità, nonché i termini e gli eventuali importi minimi». In pratica l’obbligo del Pos, che nelle inten­zioni doveva essere in vigore dal 1° gennaio 2014, forse scatterà nel 2015.

(Il Sole 24 Ore del 18 gennaio 2014 – Carmine Fotina e Federica Micardi pag. 21)

 

 

Monza e Brianza – Desio 21/01/2014

 

Lo Studio Fontana offre assistenza continuativa in ambito contabile, consulenza fiscale, tributaria e gestionale, a privati, professionisti, aziende e condomini. Contattaci per diventare nostro cliente.

News

Forfettari e concordato preventivo biennale

Forfettari e concordato preventivo biennale

― 19 Marzo 2024

Tra le novità introdotte in attuazione della Riforma fiscale si riscontra l'introduzione della disciplina del concordato preventivo biennale (CPB) a favore dei "contribuenti di minori dimensioni". L'accesso al concordato, previa adesione alla proposta formulata dall'Agenzia delle Entrate, è riservato non solo ai soggetti ISA ma anche ai contribuenti forfetari.

Leggi tutto
Forfettari e agevolazione contributiva

Forfettari e agevolazione contributiva

― 2 Febbraio 2024

I soli imprenditori individuali che applicano il regime forfetario, di cui alla L. 190/2014, possono beneficiare di una particolare agevolazione contributiva, che consiste nell’applicazione di una riduzione del 35% alla contribuzione ordinariamente dovuta alle Gestioni artigiani e commercianti Inps, sia sulla contribuzione dovuta sul reddito minimo sia per quella dovuta sulla parte di reddito che eccede il minimale.

Leggi tutto
Imposta di bollo sulle Fatture elettroniche

Imposta di bollo sulle Fatture elettroniche

― 29 Gennaio 2024

L’assolvimento del bollo sulle e-fatture va realizzato in maniera elettronica, secondo quanto dispone l’articolo 6 del decreto ministeriale datato 17 giugno 2014. L’imposta viene calcolata e versata per trimestre. Il calendario ordinario dei versamenti risulta tuttavia modificato, per primo e secondo trimestre, tenuto conto del suo ammontare.

Leggi tutto

Vuoi diventare nostro cliente?

Il nostro team è a disposizione per ogni esigenza

Contattaci