PARADISO FISCALE PER I MINIMI

― 30 Ottobre 2015

Un paradiso fiscale per le nuove attività. Innalzamento generalizzato dei valori soglia di ricavi e compensi. Più agevole entrare nel regime forfettario e restarvi per chi possiede anche redditi di lavoro dipendente o assimila­to. D’ora in avanti infatti solo la presenza nell’esercizio precedente a quello di ingresso nei minimi, di redditi di lavoro dipendente o assimilato eccedenti l’importo di 30 mila euro, costituiranno causa esimente per l’accesso a meno che il rapporto di lavoro non sia nel frattempo cessato. Eccolo il nuovo regime dei contribuenti minimi sulla base delle modifiche allo stesso apportate dalla Legge di Stabilità per il 2016, approvata giovedì scorso dal CdM. L’intenzione dell’esecutivo è quella di eliminare le principali storture del regime dei minimi che ne hanno finora impedito quell’utilizzo massiccio che, già dallo scorso anno, veniva auspicato.

(Il Sole 24 Ore del 17 ottobre 2015 – Andrea Bongi pag. 23)

 

Monza e Brianza – Desio 30/10/2015

Lo Studio Fontana offre assistenza continuativa in ambito contabile, consulenza fiscale, tributaria e gestionale, a privati, professionisti, aziende e condomini. Contattaci per diventare nostro cliente.

News

Entro il 1° ottobre 2020 la comunicazione del domicilio digitale

Entro il 1° ottobre 2020 la comunicazione del domicilio digitale

― 22 Settembre 2020

Entro il 1° ottobre 2020 obbligo per imprese e professionisti di comunicare il proprio domicilio digitale, pena l’irrogazione di sanzioni. L’articolo 37 del decreto legge del 16 luglio 2020 n.

Leggi tutto
Fattura elettronica con maggiori dettagli dal 1° ottobre 2020

Fattura elettronica con maggiori dettagli dal 1° ottobre 2020

― 21 Settembre 2020

Dal 1° ottobre sarà possibile inviare le fatture elettroniche con le nuove codifiche relative alla natura dell’operazione e al tipo documento, mentre dal 2021 queste diventeranno obbligatorie.

Leggi tutto
Il credito d’imposta sanificazione si ferma al 15,6% dell’importo comunicato

Il credito d’imposta sanificazione si ferma al 15,6% dell’importo comunicato

― 14 Settembre 2020

Il provvedimento 11 settembre 2020 prot. n. 302831 del direttore dell’agenzia delle Entrate ha definito la percentuale spettante per la determinazione del credito d’imposta per le spese di sanificazione e l’acquisto di dispositivi di protezione individuale da parte dei contribuenti che hanno presentato l’apposita comunicazione entro lo scorso 7 settembre.

Leggi tutto

Vuoi diventare nostro cliente?

Il nostro team è a disposizione per ogni esigenza

Contattaci