OBBLIGHI, ESCLUSIONI E RIMBORSI: SPLIT PAYMENT CON REGOLE CHIARE

― 21 Aprile 2015

L’Agenzia delle Entrate fa luce sullo split payment dell’Iva. Con la Circolare n.15/E/14, l’Agenzia ha fornito im­portanti precisazioni sul perimetro oggettivo e soggettivo del meccanismo speciale di applicazione dell’imposta sulle forniture a determinati enti pubblici, chiarendo i dubbi e risolvendo le questioni aperte. Tra queste, la pe­culiare situazione delle imprese che si avvalgono di regimi speciali di detrazione (es. agricoltura, intrattenimenti, enti non profit): potranno continuare a riscuotere l’imposta, al fine di esercitare la detrazione. Riguardo all’in­dividuazione degli enti pubblici ai quali si applica lo split payment, la circolare chiarisce che, in caso di dubbio, il fornitore dovrà attenersi alle indicazioni ricevute dall’ente cessionario/committente. Non mancano indicazioni di carattere pratico, come quelle sulla gestione delle note di variazione e sui rimborsi.

(Italia Oggi7 del 20 aprile 2015 – Franco Ricca pag. 9)

 

 

Monza e Brianza – Desio 21/04/2015

Lo Studio Fontana offre assistenza continuativa in ambito contabile, consulenza fiscale, tributaria e gestionale, a privati, professionisti, aziende e condomini. Contattaci per diventare nostro cliente.

News

Entro il 1° ottobre 2020 la comunicazione del domicilio digitale

Entro il 1° ottobre 2020 la comunicazione del domicilio digitale

― 22 Settembre 2020

Entro il 1° ottobre 2020 obbligo per imprese e professionisti di comunicare il proprio domicilio digitale, pena l’irrogazione di sanzioni. L’articolo 37 del decreto legge del 16 luglio 2020 n.

Leggi tutto
Fattura elettronica con maggiori dettagli dal 1° ottobre 2020

Fattura elettronica con maggiori dettagli dal 1° ottobre 2020

― 21 Settembre 2020

Dal 1° ottobre sarà possibile inviare le fatture elettroniche con le nuove codifiche relative alla natura dell’operazione e al tipo documento, mentre dal 2021 queste diventeranno obbligatorie.

Leggi tutto
Il credito d’imposta sanificazione si ferma al 15,6% dell’importo comunicato

Il credito d’imposta sanificazione si ferma al 15,6% dell’importo comunicato

― 14 Settembre 2020

Il provvedimento 11 settembre 2020 prot. n. 302831 del direttore dell’agenzia delle Entrate ha definito la percentuale spettante per la determinazione del credito d’imposta per le spese di sanificazione e l’acquisto di dispositivi di protezione individuale da parte dei contribuenti che hanno presentato l’apposita comunicazione entro lo scorso 7 settembre.

Leggi tutto

Vuoi diventare nostro cliente?

Il nostro team è a disposizione per ogni esigenza

Contattaci