UN SUPPORTO AL NUOVO REDDITOMETRO

― 25 Ottobre 2013

La persistenza di elementi di incertezza durante la prima fase istruttoria o anche la mancata presentazione del contribuente all’invito al contraddittorio potranno far scattare le indagini finanziarie nel nuovo redditometro. È quanto emerge dalla circolare n.24/E/13 che ha invitato gli uffici a valutare l’opportunità di attivare accer­tamenti bancari qualora, nonostante la partecipazione ai contraddittori, sussistano elementi di incoerenza o laddove il diretto interessato non ottemperi all’invito e non fornisca dunque le giustificazioni richieste. Le inda­gini consentono anche di individuare il reale possessore di un bene o l’effettivo utilizzatore di un certo servizio nonché le spese effettivamente sostenute. Pertanto le investigazioni finanziarie possono rappresentare un va­lido ausilio all’ufficio nella raccolta degli elementi probatori. Trattandosi di uno strumento istruttorio piuttosto invasivo, utile a trasformare gli elementi indiziari di tipo patrimoniale e gestionale in elementi probatori che mo­strino la reale capacità contributiva del soggetto controllato, l’Agenzia ne raccomanda l’utilizzo anche in ragione della significatività dello scostamento tra il reddito determinabile sinteticamente e quello dichiarato.

(Il Sole 24 Ore del 21 ottobre 2013 – Rosanna Acierno pag. 1 N&T)

 

 

Monza e Brianza – Desio 25/10/2013

Lo Studio Fontana offre assistenza continuativa in ambito contabile, consulenza fiscale, tributaria e gestionale, a privati, professionisti, aziende e condomini. Contattaci per diventare nostro cliente.

News

Recupero canone Rai 2021 per bar, ristoranti e alberghi

Recupero canone Rai 2021 per bar, ristoranti e alberghi

― 26 Gennaio 2022

La risoluzione 6/E/2022  ha creato il codice tributo «6958», che consente di “riottenere” sotto forma di credito d’imposta da utilizzare in compensazione in F24 il canone speciale Rai 2021 per cui il primo decreto Sostegni (Dl 41/2021) ha previsto l’esonero.

Leggi tutto
Limite utilizzo del contante: 1.000 euro dal 1 gennaio 2022

Limite utilizzo del contante: 1.000 euro dal 1 gennaio 2022

― 19 Gennaio 2022

A decorrere dall'1 gennaio 2022 scatta la riduzione da 2.000 a 1.000 euro della soglia per il trasferimento di denaro contante e di titoli al portatore in euro o valuta estera e la conseguente rimodulazione del minimo edittale delle sanzioni per i trasferimenti del contante in misura superiore al limite.…

Leggi tutto
Prestazioni occasionali – comunicazione preventiva all’Ispettorato del Lavoro

Prestazioni occasionali – comunicazione preventiva all’Ispettorato del Lavoro

― 13 Gennaio 2022

Nell'ambito del c.d. "Decreto Fiscale" il Legislatore ha introdotto un nuovo obbligo di comunicazione a carico dei soggetti che impiegano lavoratori autonomi occasionali finalizzato allo svolgimento di attività di monitoraggio e di contrasto a forme elusive.

Leggi tutto

Vuoi diventare nostro cliente?

Il nostro team è a disposizione per ogni esigenza

Contattaci