NUOVA IMPOSTA REGISTRO TRASFERIMENTI IMMOBILIARI

― 19 Settembre 2013

Nell’ambito del Decreto c.d. “Istruzione”, recentemente pubblicato sulla G.U., sono contenute alcune modifiche in materia di imposte di registro ed ipocatastali, che integrano quanto già previsto dal Decreto IMU.

In particolare, per effetto del combinato disposto dei predetti Decreti, dal 2014:

–         la misura fissa dell’imposta di registro e delle imposte ipocatastali passa da € 168 a € 200;

–         l’imposta di registro per l’acquisto della “prima casa” passa dal 3% al 2%, mentre quella relativa agli altri trasferimenti immobiliari è fissata al 9% (in luogo delle attuali aliquote variabili dall’1% al 15% ovvero dell’imposta fissa di € 168). Per i trasferimenti soggetti alle nuove aliquote le imposte ipocatastali sono dovute nella misura ridotta di € 50.

 Di seguito si ritiene utile proporre una tabella riepilogativa della tassazione, in capo all’acquirente, delle principali fattispecie di trasferimenti immobiliari dal 2014, distinguendo a seconda della tipologia di immobile (abitativo/strumentale, “prima casa” o altro) e del cedente (soggetto privato/soggetto passivo IVA).

 

TIPOLOGIA

IMMOBILE / CEDENTE

IMPOSTE TRASFERIMENTO

IN CAPO ALLACQUIRENTE

FINO AL 31.12.2013

DALL’1.1.2014

Appartamento

Prima casa

Soggetto privato

Imposta registro

Ipotecaria

Catastale

 3%

168 €

168 €

2%

50 €

50 €

 

Appartamento

Prima casa

Soggetto passivo IVA

IVA

Imposta registro

Ipotecaria

Catastale

4%

168 €

168 €

168 €

4%

200 €

200 €

200 €

 

Appartamento

NO prima casa

Soggetto privato

 Imposta registro

Ipotecaria

Catastale

7%

2%

1%

9%

50 €

50 €

 

Appartamento NO prima casaSoggetto passivo IVA

IVA

Imposta registro

Ipotecaria

Catastale

 10%

168 €

168 €

168 €

10%

200 €

200 €

200 €

 

Appartamento

NO prima casa

Soggetto passivo IVA

IVA

Imposta registro

Ipotecaria

Catastale

 Esente

7%

2%

1%

Esente

9%

50 €

50€

 

Negozio / Ufficio Soggetto privato

Imposta registro

Ipotecaria

Catastale

7%

2%

1%

9%

50 €

50 €

 

Negozio / Ufficio

Soggetto passivo IVA

IVA

Imposta registro

Ipotecaria

Catastale

 10%-21%

168 €

3%

1%

10%-21%

200 €

3%

1%

 

Negozio / Ufficio

Soggetto passivo IVA

IVA

Imposta registro

Ipotecaria

Catastale

Esente

168 €

3%

1%

Esente

200 €

3%

1%

 

Terreno edificabile

Soggetto privato

Imposta registro

Ipotecaria

Catastale

 8%

2%

1%

 9%

50 €

50 €

 

Terreno edificabile Soggetto passivo IVA

IVA

Imposta registro

Ipotecaria

Catastale

 21%

168 €

168 €

168 €

21%

200 €

200 €

200 €

 

 

 

 

Monza e Brianza – Desio 19/09/2013

Lo Studio Fontana offre assistenza continuativa in ambito contabile, consulenza fiscale, tributaria e gestionale, a privati, professionisti, aziende e condomini. Contattaci per diventare nostro cliente.

News

Bonus edilizi – compensazioni da comunicare in anticipo

Bonus edilizi – compensazioni da comunicare in anticipo

― 14 Giugno 2022

Per i crediti derivanti da bonus edilizi e relativi alle comunicazioni di opzione (per la cessione o lo sconto in fattura) inviate dal 1° maggio, fornitori e cessionari sono tenuti a comunicare preventivamente tramite la piattaforma cessione crediti la scelta irrevocabile di fruizione in compensazione, con riferimento a ciascuna rata…

Leggi tutto
Assegno Unico Universale – domande entro il 30 giugno per ottenere gli arretrati

Assegno Unico Universale – domande entro il 30 giugno per ottenere gli arretrati

― 10 Giugno 2022

Andranno presentate all’Inps entro il 30 giugno le domande per l’assegno unico universale recuperando gli arretrati dallo scorso marzo, mese in cui è diventato operativo il sostegno economico alle famiglie introdotto dal Dlgs 230/2021. Per le domande dal 1° luglio, infatti, l’assegno verrà riconosciuto dal mese dopo.

Leggi tutto
IMU 2022 – Nuove regole sulle case coniugali

IMU 2022 – Nuove regole sulle case coniugali

― 10 Giugno 2022

A partire dall’acconto Imu di quest’anno, in presenza di coniugi con residenze separate, solo uno dei due immobili potrà beneficiare dell’esenzione per abitazione principale, a scelta dei contribuenti. Non rileva il fatto che le case siano ubicate in comuni diversi o nello stesso comune.

Leggi tutto

Vuoi diventare nostro cliente?

Il nostro team è a disposizione per ogni esigenza

Contattaci