MEDIAZIONE TRIBUTARIA OBBLIGATORIA 2014

― 28 Febbraio 2014

L’Agenzia delle Entrate nella Circolare n. 1/E evidenzia che a seguito delle modifiche introdotte dal citato comma 611 la presentazione dell’istanza di mediazione costituisce, ora, condizione di procedibilità del ricorso (in precedenza rilevava come condizione di ammissibilità del ricorso).

A seguito della presentazione dell’istanza da parte del contribuente è attivata la mediazione che deve essere conclusa entro 90 giorni dalla ricezione della stessa dall’Ufficio.

Soltanto alla scadenza del termine di 90 giorni dal ricevimento dell’istanza da parte dell’Ufficio, in mancanza di accoglimento totale o di un accordo di mediazione, l’istanza produce gli effetti del ricorso e quindi decorrono i termini previsti per il compimento degli atti processuali (ad esempio, deposito del ricorso nei 30 giorni successivi) e per l’adozione dei provvedimenti giudiziali.

Sul punto nella citata Circolare n. 1/E l’Agenzia precisa che:

–         l’Ufficio può eccepire l’improcedibilità del ricorso entro 150 giorni dalla presentazione dell’istanza di mediazione (90 giorni di mediazione + 60 giorni per la costituzione in giudizio) in sede di costituzione in giudizio o in sede di deposito delle controdeduzioni ex art. 23, comma 3, D.Lgs. n. 546/92. Il decorso dei 90 giorni per la costituzione in giudizio va rispettato da parte del contribuente anche nell’ipotesi in cui lo stesso, impugnando un atto emesso dall’Agente della riscossione, contesti l’attività dell’Agente e dell’Agenzia delle Entrate;

–         se la Commissione fissa l’udienza prima del termine ex art. 17-bis (90 giorni per la mediazione + 60 giorni per la costituzione in giudizio + 30 giorni avviso di trattazione) l’Ufficio prima dell’udienza si costituisce in giudizio ed eccepisce l’improcedibilità del ricorso. Nel caso il cui il Giudice non accolga tale eccezione di improcedibilità “e da ciò derivi un ostacolo” alla difesa la sentenza può essere impugnata dall’Ufficio per violazione del citato art. 17-bis.

Come precisato dall’Agenzia nella Circolare n. 1/E in esame a prescindere dalla formulazione di una specifica richiesta da parte del contribuente la presentazione dell’istanza di mediazione comporta ora la sospensione ex lege dell’esecuzione dell’atto impugnato per 90 giorni.

 

Monza e Brianza – Desio 28/02/2014

Lo Studio Fontana offre assistenza continuativa in ambito contabile, consulenza fiscale, tributaria e gestionale, a privati, professionisti, aziende e condomini. Contattaci per diventare nostro cliente.

News

Bonus edilizi – compensazioni da comunicare in anticipo

Bonus edilizi – compensazioni da comunicare in anticipo

― 14 Giugno 2022

Per i crediti derivanti da bonus edilizi e relativi alle comunicazioni di opzione (per la cessione o lo sconto in fattura) inviate dal 1° maggio, fornitori e cessionari sono tenuti a comunicare preventivamente tramite la piattaforma cessione crediti la scelta irrevocabile di fruizione in compensazione, con riferimento a ciascuna rata…

Leggi tutto
Assegno Unico Universale – domande entro il 30 giugno per ottenere gli arretrati

Assegno Unico Universale – domande entro il 30 giugno per ottenere gli arretrati

― 10 Giugno 2022

Andranno presentate all’Inps entro il 30 giugno le domande per l’assegno unico universale recuperando gli arretrati dallo scorso marzo, mese in cui è diventato operativo il sostegno economico alle famiglie introdotto dal Dlgs 230/2021. Per le domande dal 1° luglio, infatti, l’assegno verrà riconosciuto dal mese dopo.

Leggi tutto
IMU 2022 – Nuove regole sulle case coniugali

IMU 2022 – Nuove regole sulle case coniugali

― 10 Giugno 2022

A partire dall’acconto Imu di quest’anno, in presenza di coniugi con residenze separate, solo uno dei due immobili potrà beneficiare dell’esenzione per abitazione principale, a scelta dei contribuenti. Non rileva il fatto che le case siano ubicate in comuni diversi o nello stesso comune.

Leggi tutto

Vuoi diventare nostro cliente?

Il nostro team è a disposizione per ogni esigenza

Contattaci