LA GDF METTE SOTTO TIRO PMI E AUTONOMI

― 26 Novembre 2014

Nuove modalità di quantificazione induttiva dei redditi sottratti a imposizione da imprese minori, professionisti ed evasori totali, maggiori controlli derivanti dagli sviluppi delle attività di polizia giudiziaria e di segnalazione di operazioni sospette, quantificazione, anche se solo ai fini statistici, delle imposte dirette evase dal contribuente. Sono queste alcune delle direttive contenute nella circolare del 19 novembre della Guarda di finanza relativa all’attività di verifica del 2015. Il documento adegua le linee operative dell’attività ispettiva, disciplinata con la circolare 1/08 e si sofferma, in particolare, sui fenomeni evasivi attuati da imprese e lavoratori autonomi di mo­deste dimensioni che operano direttamente con i consumatori finali. Nella circolare è stato dato rilievo all’im­portanza del contraddittorio con il verificato, precisando che le spiegazioni e le osservazioni, in questo genere di approcci, vanno sempre tenute in considerazione. Con riguardo, poi, agli evasori totali, l’eventuale rinvenimento di fatture relative a costi assume rilievo, in primo luogo, per la ricostruzione indiretta del volume d’affari, con­sentendo cioè di applicare una percentuale di ricarico al valore degli acquisti. Le fatture emesse, relative ai ricavi dell’impresa, non possono rappresentare invece il complesso dei componenti positivi non dichiarati. È verosimi­le, infatti, che l’evasore totale possa aver emesso i documenti solo per alcune operazioni compiute e non per la totalità. Ne consegue che costituiranno solo un elemento utile per confermare che il criterio induttivo utilizzato per la ricostruzione è coincidente con i documenti attivi rinvenuti.

(Il Sole 24 Ore del 22 novembre 2014 – Laura Ambrosi pag. 10)

 

 

Monza e Brianza – Desio 26/11/2014

Lo Studio Fontana offre assistenza continuativa in ambito contabile, consulenza fiscale, tributaria e gestionale, a privati, professionisti, aziende e condomini. Contattaci per diventare nostro cliente.

News

Entro il 1° ottobre 2020 la comunicazione del domicilio digitale

Entro il 1° ottobre 2020 la comunicazione del domicilio digitale

― 22 Settembre 2020

Entro il 1° ottobre 2020 obbligo per imprese e professionisti di comunicare il proprio domicilio digitale, pena l’irrogazione di sanzioni. L’articolo 37 del decreto legge del 16 luglio 2020 n.

Leggi tutto
Fattura elettronica con maggiori dettagli dal 1° ottobre 2020

Fattura elettronica con maggiori dettagli dal 1° ottobre 2020

― 21 Settembre 2020

Dal 1° ottobre sarà possibile inviare le fatture elettroniche con le nuove codifiche relative alla natura dell’operazione e al tipo documento, mentre dal 2021 queste diventeranno obbligatorie.

Leggi tutto
Il credito d’imposta sanificazione si ferma al 15,6% dell’importo comunicato

Il credito d’imposta sanificazione si ferma al 15,6% dell’importo comunicato

― 14 Settembre 2020

Il provvedimento 11 settembre 2020 prot. n. 302831 del direttore dell’agenzia delle Entrate ha definito la percentuale spettante per la determinazione del credito d’imposta per le spese di sanificazione e l’acquisto di dispositivi di protezione individuale da parte dei contribuenti che hanno presentato l’apposita comunicazione entro lo scorso 7 settembre.

Leggi tutto

Vuoi diventare nostro cliente?

Il nostro team è a disposizione per ogni esigenza

Contattaci