ISTANZA DI INTERPELLO PER LE SOCIETÀ DI COMODO

― 6 Maggio 2013

In vista degli adempimenti dichiarativi relativi al periodo d’imposta 2012, le società di comodo sono tenute, per evitare di essere considerate tali, a presentare l’interpello disapplicativo. Si esemplificano alcune casistiche.

– Le società immobiliari di costruzione, in perdita nel triennio 2009-2011 a causa dell’assenza di vendite, potrebbero evitare la presunzione di non operatività se, almeno in un bilancio, hanno evidenziato un Mol positivo. L’eventuale interpello verterà, in ipotesi, sulla dimostrazione dell’impossibilità di conseguire ricavi e sull’impedimento legale all’iscrizione di maggiori costi sulle rimanenze.

– Le holding che non percepiscono dividendi dalle controllate possono disapplicare la norma, se posseggono partecipazioni immobilizzate in società operative, solo se non esercitano attività diverse da quelle strettamente necessaria alla gestione delle partecipazioni; in caso contrario, l’interpello dovrà evidenziare la mancata distribuzione di utili da parte delle partecipate.

– Per le società di piccole dimensioni, in perdita sistematica e non congrue né coerenti agli studi di settore, la disapplicazione potrebbe essere basata su analisi contabili, eventualmente corredate dal giudizio di un professionista, dalle quali risultino i motivi che hanno determinato le perdite.

Lo Studio Fontana offre assistenza continuativa in ambito contabile, consulenza fiscale, tributaria e gestionale, a privati, professionisti, aziende e condomini. Contattaci per diventare nostro cliente.

News

Forfettari e agevolazione contributiva

Forfettari e agevolazione contributiva

― 2 Febbraio 2024

I soli imprenditori individuali che applicano il regime forfetario, di cui alla L. 190/2014, possono beneficiare di una particolare agevolazione contributiva, che consiste nell’applicazione di una riduzione del 35% alla contribuzione ordinariamente dovuta alle Gestioni artigiani e commercianti Inps, sia sulla contribuzione dovuta sul reddito minimo sia per quella dovuta sulla parte di reddito che eccede il minimale.

Leggi tutto
Imposta di bollo sulle Fatture elettroniche

Imposta di bollo sulle Fatture elettroniche

― 29 Gennaio 2024

L’assolvimento del bollo sulle e-fatture va realizzato in maniera elettronica, secondo quanto dispone l’articolo 6 del decreto ministeriale datato 17 giugno 2014. L’imposta viene calcolata e versata per trimestre. Il calendario ordinario dei versamenti risulta tuttavia modificato, per primo e secondo trimestre, tenuto conto del suo ammontare.

Leggi tutto
Flat tax incrementale per il 2023

Flat tax incrementale per il 2023

― 29 Gennaio 2024

La precedente legge di Bilancio (legge 197/2022) ha previsto la cosiddetta “flat tax incrementale” che, per il solo anno 2023 e nel rispetto di specifiche condizioni, permetterà alle persone fisiche l’applicazione di una imposta sostitutiva del 15% sugli incrementi di reddito conseguiti nel 2023 rispetto al triennio precedente e al…

Leggi tutto

Vuoi diventare nostro cliente?

Il nostro team è a disposizione per ogni esigenza

Contattaci