INTRASTAT SERVIZI AL RESTYLING

― 9 Luglio 2014

Cura dimagrante per i modelli Intrastat servizi: le informazioni sulle prestazioni scambiate con soggetti passivi comunitari, da riportare sugli elenchi riepilogativi, saranno ridotte ai minimi termini. Oltre al numero identifi­cativo della controparte, si dovranno indicare infatti soltanto il valore ed il codice della prestazione e il paese di pagamento. Non saranno più richieste, invece, le altre informazioni di dettaglio, tra le quali la data e il numero di fattura, le modalità di erogazione del servizio. La novità è prevista nell’art.23 dello schema di D.Lgs. sulle sem­plificazioni fiscali approvato dal governo il 20 giugno scorso, che ne demanda però l’attuazione ad un provvedi­mento dell’Agenzia delle dogane. Sarà inoltre attenuato il regime sanzionatorio per le violazioni degli obblighi statistici nella compilazione dei modelli: le sanzioni saranno infatti irrogate soltanto ai soggetti che realizzano scambi mensili non inferiori a 750mila euro ed una sola volta per ciascun modello inesatto o incompleto, a pre­scindere dal numero delle irregolarità.

(Italia Oggi del 9 luglio 2014 -Roberto Rosati pag. 30)

 

 

Monza e Brianza – Desio 09/07/2014

Lo Studio Fontana offre assistenza continuativa in ambito contabile, consulenza fiscale, tributaria e gestionale, a privati, professionisti, aziende e condomini. Contattaci per diventare nostro cliente.

News

Entro il 1° ottobre 2020 la comunicazione del domicilio digitale

Entro il 1° ottobre 2020 la comunicazione del domicilio digitale

― 22 Settembre 2020

Entro il 1° ottobre 2020 obbligo per imprese e professionisti di comunicare il proprio domicilio digitale, pena l’irrogazione di sanzioni. L’articolo 37 del decreto legge del 16 luglio 2020 n.

Leggi tutto
Fattura elettronica con maggiori dettagli dal 1° ottobre 2020

Fattura elettronica con maggiori dettagli dal 1° ottobre 2020

― 21 Settembre 2020

Dal 1° ottobre sarà possibile inviare le fatture elettroniche con le nuove codifiche relative alla natura dell’operazione e al tipo documento, mentre dal 2021 queste diventeranno obbligatorie.

Leggi tutto
Il credito d’imposta sanificazione si ferma al 15,6% dell’importo comunicato

Il credito d’imposta sanificazione si ferma al 15,6% dell’importo comunicato

― 14 Settembre 2020

Il provvedimento 11 settembre 2020 prot. n. 302831 del direttore dell’agenzia delle Entrate ha definito la percentuale spettante per la determinazione del credito d’imposta per le spese di sanificazione e l’acquisto di dispositivi di protezione individuale da parte dei contribuenti che hanno presentato l’apposita comunicazione entro lo scorso 7 settembre.

Leggi tutto

Vuoi diventare nostro cliente?

Il nostro team è a disposizione per ogni esigenza

Contattaci