IL DESTINATARIO DELLA FATTURA ELETTRONICA SCEGLIE LA FORMA DI ARCHIVIAZIONE

― 26 Giugno 2014

Il destinatario della fattura elettronica, che riceve il documento elettronicamente, può decidere o meno di ac­cettarlo. La sua scelta non influenza l’obbligo per l’emittente di procedere comunque all’integrazione del pro­cesso di fatturazione con quello di conservazione elettronica, sempre che la fattura generata e trasmessa in via elettronica abbia i requisiti di autenticità dell’origine, integrità del contenuto e leggibilità dal momento della sua emissione fino al termine del suo periodo di conservazione. Le Entrate hanno quindi riconosciuto una sostan­ziale asimmetria tra il comportamento del soggetto emittente e quello del destinatario in fase di emissione e in fase di conservazione. Diverso è il caso delle fatture emesse obbligatoriamente in formato elettronico nei con­fronti di pubbliche amministrazioni: l’obbligo di conservazione vale in questo caso sia per l’emittente che per il destinatario in quanto implicitamente vincolato ad accettare il processo di fatturazione elettronica. La Circolare n.18/E evidenzia come se il destinatario della fattura decide di non accettare la fattura come elettronica, potrà materializzare il documento procedendo alla sua stampa su carta. Il soggetto passivo di imposta può decidere di conservare la propria documentazione all’estero. In questo caso, devono comunque essere applicate le regole di tenuta e conservazione nazionali, consentendo all’Amministrazione finanziaria italiana di accedere ai documenti ed acquisirli per via elettronica.

(Il Sole 24 Ore del 25 giugno 2014 – A. Mastromatteo e B. Santacroce pag. 37)

 

 

Monza e Brianza – Desio 26/06/2014

Lo Studio Fontana offre assistenza continuativa in ambito contabile, consulenza fiscale, tributaria e gestionale, a privati, professionisti, aziende e condomini. Contattaci per diventare nostro cliente.

News

Regime agevolato impatriati (art. 16 D.Lgs. 147/2015)

Regime agevolato impatriati (art. 16 D.Lgs. 147/2015)

― 27 Ottobre 2022

I redditi di lavoro dipendente, i redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente e i redditi di lavoro autonomo prodotti in Italia da lavoratori che trasferiscono la residenza nel territorio dello Stato ai sensi dell'articolo 2 del decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n.

Leggi tutto
Esenzione  IMU per i coniugi con residenze diverse

Esenzione IMU per i coniugi con residenze diverse

― 21 Ottobre 2022

Arriva l’esenzione Imu “estesa” per i coniugi che hanno la dimora abituale in due abitazioni differenti site nello stesso Comune o in Comuni diversi.

Leggi tutto
Bonus 200 euro per partite IVA

Bonus 200 euro per partite IVA

― 15 Settembre 2022

Le domande per l'indennità una tantum di 200 euro per autonomi e professionisti potranno essere presentate non prima del 20 settembre e sino al 30 novembre.

Leggi tutto

Vuoi diventare nostro cliente?

Il nostro team è a disposizione per ogni esigenza

Contattaci