CARTELLE ROTTAMATE SE SOTTO I 2.000 EURO

― 29 Giugno 2013

Per le cartelle di pagamento di importo fino a 2 mila euro relative a ruoli resi esecutivi sino al 31 dicembre 1999, possibile un salvataggio in extremis. Per queste ultime dal prossimo 1° luglio scatterà infatti l’annullamento automatico previsto dalla legge di stabilità per il 2013 (legge n. 228/2012) a meno che l’ente creditore, valutata la possibilità di un proficuo realizzo, non si attivi per interrompere il decorso del suddetto termine salvando la sorte del credito stesso.

La particolare fattispecie di rottamazione dei ruoli di importo non superiore ai 2 mila euro e il discarico da parte degli agenti della riscossione per quelli di importo superiore, resi esecutivi fino al 31 dicembre 1999 è contenuto, rispettivamente, nei commi 527 e 528 dell’articolo 1 della legge n.228/2012.
Il comma 527 dispone infatti che trascorsi sei mesi dalla data di entrata in vigore della legge stessa, i crediti di importo fino a 2 mila euro, comprensivo di capitale, interessi per ritardata iscrizione a ruolo e sanzioni, iscritti in ruoli resi esecutivi fino al 31 dicembre 1999, sono «automaticamente» annullati.

 

L’imminente destino dei ruoli esecutivi fino al 31/12/1999  
Crediti fino a 2.000 euro  

– annullamento automatico dal 1° luglio 2013;

– possibilità per gli enti creditori di evitare l’annullamento attraverso atto ingiuntivo al debitore; 

Crediti oltre i 2.000 euro  

– l’agente della riscossione da notizia all’ente creditore dell’esaurimento delle attività di competenza 


Il comma 528 invece dispone che per i crediti diversi da quelli di cui al comma 527, sempre iscritti in ruoli resi esecutivi fino al 31 dicembre 1999, una volta esaurite le attività di sua competenza, l’agente della riscossione provvede a darne notizia all’ente creditore, anche in via telematica. Dalla lettura combinata delle due disposizioni normative sopra richiamate emerge dunque il doppio binario e il diverso destino delle due tipologie di crediti a ruolo resi esecutivi sino al 31 dicembre 1999: quelli di importo inferiore ai 2 mila euro che verranno annullati automaticamente dal 1° luglio prossimo e quelli di importo superiore che verranno invece discaricati dagli agenti e torneranno nella disponibilità degli enti titolari del diritto di credito.

 (Italia Oggi del 28 giugno 2013)

 

 

Monza e Brianza – Desio 29/06/2013

Lo Studio Fontana offre assistenza continuativa in ambito contabile, consulenza fiscale, tributaria e gestionale, a privati, professionisti, aziende e condomini. Contattaci per diventare nostro cliente.

News

Il credito d’imposta sanificazione si ferma al 15,6% dell’importo comunicato

Il credito d’imposta sanificazione si ferma al 15,6% dell’importo comunicato

― 14 Settembre 2020

Il provvedimento 11 settembre 2020 prot. n. 302831 del direttore dell’agenzia delle Entrate ha definito la percentuale spettante per la determinazione del credito d’imposta per le spese di sanificazione e l’acquisto di dispositivi di protezione individuale da parte dei contribuenti che hanno presentato l’apposita comunicazione entro lo scorso 7 settembre.

Leggi tutto
Dal 1 ottobre 2020 il PIN INPS “va in pensione”

Dal 1 ottobre 2020 il PIN INPS “va in pensione”

― 3 Settembre 2020

A decorrere dall'1 ottobre 2020 l'INPS ha annunciato che non saranno più rilasciati PIN per l'accesso ai servizi dell'Istituto. Il PIN sarà sostituito da SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale).

Leggi tutto
Tetti di spesa, limiti alle unità immobiliari, cessione del credito: le regole definitive del superbonus 110%

Tetti di spesa, limiti alle unità immobiliari, cessione del credito: le regole definitive del superbonus 110%

― 29 Agosto 2020

Professionisti e imprese hanno a disposizione il testo definitivo del superbonus del 110 per cento.

Leggi tutto

Vuoi diventare nostro cliente?

Il nostro team è a disposizione per ogni esigenza

Contattaci