SANZIONI IN ARRIVO PER LA PARTITA IVA INATTIVA

― 29 Aprile 2014

Sai dove finiscono i contribuenti che “dimenticano” di avere una partita IVA? Te lo dico io. Nel mirino dell’Agenzia delle Entrate!

L’Amministrazione Finanziaria infatti, sulla base dei dati e degli elementi in possesso dell’Anagrafe tributaria, individua i soggetti titolari di partita IVA che, pur essendo obbligati, non abbiano presentato la dichiarazione di cessazione attività, e comunica agli stessi che provvederà alla cessazione d’ufficio della partita IVA, con applicazione delle relative sanzioni, ai sensi dell’articolo 35 comma 15 quinquies del DPR 633/72.

Ricevuta la comunicazione, il contribuente avrà 30 giorni di tempo per fornire all’Agenzia delle Entrate i chiarimenti che ritiene opportuni, segnalando eventuali elementi non considerati o erroneamente valutati dall’amministrazione.

Se a seguito del contraddittorio, l’Agenzia delle Entrate riterrà di dover confermare la decisione, provvederà anche a iscrivere a ruolo a titolo definitivo la sanzione prevista per l’omessa presentazione della dichiarazione di cessazione dell’attività nella misura minima edittale di 516 euro.

Monza e Brianza – Desio 29/04/2014

Lo Studio Fontana offre assistenza continuativa in ambito contabile, consulenza fiscale, tributaria e gestionale, a privati, professionisti, aziende e condomini. Contattaci per diventare nostro cliente.

News

Bonus edilizi – compensazioni da comunicare in anticipo

Bonus edilizi – compensazioni da comunicare in anticipo

― 14 Giugno 2022

Per i crediti derivanti da bonus edilizi e relativi alle comunicazioni di opzione (per la cessione o lo sconto in fattura) inviate dal 1° maggio, fornitori e cessionari sono tenuti a comunicare preventivamente tramite la piattaforma cessione crediti la scelta irrevocabile di fruizione in compensazione, con riferimento a ciascuna rata…

Leggi tutto
Assegno Unico Universale – domande entro il 30 giugno per ottenere gli arretrati

Assegno Unico Universale – domande entro il 30 giugno per ottenere gli arretrati

― 10 Giugno 2022

Andranno presentate all’Inps entro il 30 giugno le domande per l’assegno unico universale recuperando gli arretrati dallo scorso marzo, mese in cui è diventato operativo il sostegno economico alle famiglie introdotto dal Dlgs 230/2021. Per le domande dal 1° luglio, infatti, l’assegno verrà riconosciuto dal mese dopo.

Leggi tutto
IMU 2022 – Nuove regole sulle case coniugali

IMU 2022 – Nuove regole sulle case coniugali

― 10 Giugno 2022

A partire dall’acconto Imu di quest’anno, in presenza di coniugi con residenze separate, solo uno dei due immobili potrà beneficiare dell’esenzione per abitazione principale, a scelta dei contribuenti. Non rileva il fatto che le case siano ubicate in comuni diversi o nello stesso comune.

Leggi tutto

Vuoi diventare nostro cliente?

Il nostro team è a disposizione per ogni esigenza

Contattaci